ID Project: 2016 – 3 – DK01 – KA205 – 033887

Duration: 01- 03 – 2017 / 30 – 09 – 2018, 19 Months

Entrepreneurship Education for Cultural Tourism (EECT) è un partenariato strategico costituito da associazioni giovanili e da ONG, principalmente da paesi in cui i tassi di disoccupazione giovanile e dei laureati sono tra i più alti dell’UE (cfr. Eurostat “tasso di disoccupazione giovanile – 15-24” ). Nel novembre 2015 4,553 milioni di giovani residenti nell’UE28 (con meno di 25 anni) risultano disoccupati, di cui 3,167 milioni sono appartenenti all’area dell’euro.

In particolare, i tassi regionali di disoccupazione giovanile variano ampiamente nell’UE-28 (Eurostat, 2015) e tra i paesi partner EECT si registra il tasso più basso nella regione danese di Siddanmark (11,4%) e nella regione rumena di Bucureşti-Ilfov (14,6 %). Al contrario si registrano i tassi più alti della dispoccupazione giovanile nella regione spagnola dell’Andalusia (56,8%) e nella regione italiana della Calabria (65,1%), dove i partner del progetto hanno la loro sede principale. In queste regioni e nei paesi del Partenariato Strategico, i giovani sono interessati  maggiormente sullo sviluppo delle proprie capacità o sulla possibilità di allargare la propria rete, ossia elementi che potrebbero essere favoriti solo attraverso l’imprenditoria.

Condividere il comune interesse dei giovani in merito al turismo culturale europeo (quale importante fonte   di occupazione) e la formazione nel campo dell’imprenditoria, il partenariato intende incoraggiare e promuovere nuove condizioni all’interno di un mercato del lavoro più flessibile e globalizzato, promuovendo lo sviluppo della gioventù. Il turismo culturale è divenuto problematico in tempi di crisi. Il mercato del lavoro è costantemente in via di sviluppo in tal senso, pertanto vi è una forte necessità di coinvolgere nel mercato del turismo giovani professionisti  dotati di nuove competenze e capacità di offrire servizi turistici mediante un approccio sociale.

Il progetto segue i principi della Strategia di Lisbona post-2010 e dell’Agenda Sociale Rinnovata, nonché il nuovo Quadro Strategico per la Cooperazione Europea in materia di Istruzione e Formazione, l’Orientamenti per l’Occupazione e l’Agenda di Oslo per l’Educazione Imprenditoriale in Europa. In seguito alla risoluzione del Consiglio europeo su un rinnovato quadro di cooperazione europea in materia di gioventù, la mission del Partenariato Strategico è quella di potenziare le competenze dei giovani promuovendo la loro autonomia, l’imprenditorialità e contribuire allo sviluppo sostenibile della società e ai valori e agli obiettivi europei.

Dunque, gli obiettivi principali del progetto sono:

  • Offrire un’educazione non formale sull’imprenditorialità del turismo culturale a gruppi svantaggiati. In particolare, si rivolge a giovani a rischio di esclusione sociale i quali possono trarre profitto da questo tipo di formazione. Può stimolare la motivazione di coloro che imparano meglio attraverso il loro coinvolgimento attivo e che hanno difficoltà per altri aspetti più tradizionali.
  • Sviluppare una nuova metodologia formativa basata sul metodo di mentoring combinato al fine di favorire il pensiero creativo, la competenza del pensiero imprenditoriale volto in grado di promuovere l’incontro tra le aspettative dei giovani partecipanti e il mercato del lavoro.
  • Promuovere la mobilità formativa dei giovani partecipanti.
  • Aumentare l’occupazione attraverso competenze non ancora sviluppate e adottate.
  • promuovere una formazione inclusiva che combatti qualsiasi tipo di discriminazione o razzismo per rafforzare i legami sociali e favorire il senso di appartenenza.
  • sostenere l’imprenditoria tra i giovani attraverso l’istruzione imprenditoriale, il sostegno ai fondi di start-up, programmi di mentoring e incoraggiare il riconoscimento delle piccole imprese.
  • sostenere lo sviluppo di una migliore conoscenza dell’educazione imprenditoriale (specificamente applicata al turismo culturale) attraverso il sostegno alla ricerca giovanile, reti di ricerca, studi specifici, ecc.
  • rafforzare la cooperazione con le autorità locali e regionali.
  • Utilizzare efficacemente e facilitare l’accesso dei giovani ai fondi e ai programmi dell’UE.
  • incoraggiare l’istruzione formale e l’apprendimento non formale a sostegno dell’innovazione, della creatività e dell’imprenditoria dei giovani.

Il turismo culturale rappresenta una risorsa per l’innovazione, la creatività, la creazione di piccole imprese e lo sviluppo di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto. La promozione del turismo culturale è un semplice passo per lo sviluppo dei percorsi culturali europei, tenuto conto che questo tipo di turismo si basa sull’unicità e l’autenticità delle destinazioni, delle conoscenze locali, delle abilità, delle tradizioni e del patrimonio artistico-culturale. Nel corso di una sinergia internazionale realizzata sull’utilizzo e la gestione del patrimonio culturale, il partenariato intende offrire strumenti /corsi innovativi e di alta qualità per promuovere l’imprenditorialità e la diffusione del pensiero imprenditoriale tra i giovani. EECT ha messo in pratica gli aspetti teorici e gli approcci della fase iniziale del progetto in coaching creative /idee imprenditoriali innovative. Il metodo si baserà sullo job shadowing, ideazione di progetti culturali, processi di potenziamento e progettazione di modelli di business, con l’obiettivo di trasformare le idee imprenditoriali in imprese vere e proprie.

Il target group di riferimento sono:

  • giovani NEET (persone non occupate, istruzione o formazione);
  • giovani con meno opportunità.

This project has been funded with support from the European Commission. This communication reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.